Ecco con chi condivido, ahimè, la mia vita quotidiana.. :D

Ecco a voi la mia condanna.. MAYA!!!

La tempesta..
La tempesta..

Questa è Maya, in questa foto aveva neanche due mesi. Era bellissima e lo è sempre più ogni giorno che passa..

Quello che la rende unica è soprattutto il suo sguardo, vi garantisco che oltre a sapervi "rapire" quando le conviene, altre volte vi verrebbe di prenderla a testate perchè quando combina qualche marachella delle sue e sa che sa per essere sgridata, si accuccia a terra ancor prima che tu le dica niente, e ti guarda come fosse un' innocente anima pia del tutto estranea a ciò che è accaduto.. e tu lì non sai se alzare la voce o metteri a ridere.. certo dipende da ciò che combina.. e vi assicuro, le cose non sono poche!

I danni più eclatanti?

-distruzione di un divano e 2 poltrone (un intero soggiorno in mano al tappezziere!);

-sgranocchiamento di infissi e mobili di una stanza in particolare (la mia);

-devastazione di piante, vasi e terra compresa di un'intera terrazza di 100 mq;

-sfondamento di tutte le zanzariere nelle stanze a cui aveva accesso;

.....per non parlare di tutti i vestiti e le scarpe che si è divertita a distruggere!!!

Non so come abbia retto la mia pazienza.. sarà che quando vuole è così simpatica e dolce e ti sa conquistare in pochi minuti anche dopo aver commesso un altro guaio..

com'è oggi: ditemi se non ha una faccia da schiaffi?!
com'è oggi: ditemi se non ha una faccia da schiaffi?!

Il nuovo arrivato... MILO!

Milo è l'ultimo arrivato in famiglia, è un piccolo di Calopsitte probabilmente maschio, ma visto che è ancora in muta, non è possibile ancora dirlo.

Spero che Milo sia il primo di una lunga serie, perchè solo ora sto scoprendo quanto questi amici pennuti siano simpatici e sappiano darti tanto! L'interesse per i pappagalli è infatti nascente, diciamo che mi sono sempre piaciuti tutti gli animali, ma questa è la mia prima esperienza con un pappagallino! Sono molto attratta dai pappagalli della specie ARA, AMAZZONE e CENERINO per le interazioni che si possono avere con loro! Sono animali estremamente intelligenti che vogliono comunicare in tutti i modi con l'uomo e ne richiedono la compagnia e l'amicizia profonda proprio come i cani! Anche Milo nel suo piccolo, sebbene sia ancora spaventato dalla mia presenza, sta a suo agio in compagnia! E' un esemplare selvatico, indi per cui sarà difficile addomesticarlo in poco tempo, cioè farlo salire sulla mano e richiedere le coccole.. ma già in poco tempo che è con me, siamo riusciti a raggiungere un buon punto di confidenza per ora.. Mangia dalle mie mani attraverso le sbarre, sta spesso libero per la stanza, canticchia beato (diciamo che ancora urla più che altro).. giorno dopo giorno imparerà a fidarsi sempre più! Per adesso come si nota dalla foto, seppur sfocata, è molto concentrato sui vari giochini che gli costruisco.. perfortuna gli piacciono molto :D Anche questo può contribuire ad aumentare la sua fiducia nei miei confronti!

Come l'ha presa Maya?

Bè.. lei è alquanto gelosa, specie quando mi chiudo nella stanza con Milo per farlo uscire un pò..ma sta iniziando a capire che fa parte della famiglia anche lui e che non rappresenta una minaccia, perchè lei riceve sempre tutte le mie attenzioni, quindi ora lo va a salutare, gli da i bacini dalle sbarre e Milo non sembra affatto avere paura.. anzi la chiama!!

:)

28/05/2009

Milo è con me da meno di 3 settimane..ho cercato di dargli molte attenzioni sin da subito per farlo abituare al pià presto alla mia "stressante" presenza, anche lasciandolo libero, per cui senza il rifugio che la gabbia rappresenta.. ebbene, oggi abbiamo fatto altri 20 passi avanti, tutti insieme! Si perchè  l'ho fatto uscire dalla gabbia per sgranchirsi un pò le zampette e le ali, anche se ha volato proprio pochissimo..e al momento del rientro gli ho avvicinato una griglia di quelle per gabbie, per farlo salire su, non ho mai usato metodi forzati, il massimo che ho fatto e calargli la gabbia di sopra per "Intrappolarlo" e richiuderlo all'interno.. ebbene, oggi quando ho avvicinato la griglia alla porta della gabbia mi sono avvicinata col viso a lui e vedendo che non aveva paura, ho appoggiato il naso alla sua testa e ho iniziato ad accarezzarlo, a dargli bacini e a soffiarlo..risultato? Non voleva più rientrare in gabbia!

E' salito anche sulla mano con la scusa delle coccole, perchè dovete sapere che questi pappagalli hanno paura delle mani in un modo allucinante, ma come un fattore innato e anche perchè non sappiamo cosa possono aver subito fino all'arrivo in negozio, pensiamo anche allo stesso negoziante che quando l'ha preso, l'ha fatto in modo molto brusco e con noncuranza! Mi ritengo molto soddisfatta dei progressi fatti, così, tutti in una volta! sono contenta che stia imparando a fidarsi di me a tal punto da addormentarsi mentre gli faccio le coccole e da non voler rientrare in gabbia! :)

Quello che credo è che non ci sono standard precisi di interazione, nè tempi su cui basarsi...l'unica cosa su cui dobbiamo basarci è il carattere del pappagallo e il tempo che gli dedichiamo, oltre alle piccole accortezze nell'approccio questo si..di certo non gli urlerò in faccia.. per il resto, è vero che ogni cosa ha un suo tempo, ma tutto dipende da quanto siamo portati, da quanto sia amichevole il pappagallo e da vari fattori che possano o meno incidere positivamente o negativamente!Restate sintonizzati!

29/05/2009

Milo non è più con noi.. ci ha lasciato a mezzanotte. E' un dolore assurdo e un vuoto incolmabile quello che lascia all'interno della nostra quotidianità. Lo ricorderò sempre, per sempre fischierà nel mio cuore. Spero voli in eterno in un cielo magico, piccolo pennutino mio..immagino che più in là, quando camminerò per verdi distese soleggiate, lì dove il mare e il cielo si incontreranno e dove l'aria è musica, un piccolo angioletto spiegherà le sue ali verso di me e verrà ad appoggiarsi sulla mia spalla e mi fischietterà beato e allegro e allora capirò di non averti perso per sempre.

Ciao Milomilò...